Il Mare che bagna le coste,che penetra in profondità fino al cuore dell’isola, che avvolge le Rocce e accarezza il Fuoco. Poi si lega alle acque che salgono dal Magma e alle lacrime del cielo che attraversano i Tufi e le Argille bagnando i Fiori e le Erbe.

È il matrimonio tra il Cielo e la Terra: testimoni sono le Acque e le Erbe che il cuore ancora caldo dell’antico vulcano arricchisce di tonalità aromatiche uniche al mondo. Le Ninfe della bellezza e della salute custodiscono l’antico segreto di Apollo e Venere, svelato dalla bellissima Iale e donato all’uomo per riaccendere la gioia di vivere e la voglia di sognare.

Il Mito di Iale
Nel VIII secolo a.C. i coloni greci, provenienti dall’isola di Eubea, fondano nell’isola d’Ischia, l’antica Pithecusa, la prima colonia della futura Magna Grecia. La bellezza di un ambiente ricco di vegetazione, di acque e di risorse minerali,fa fiorire una Polis che influenzerà la nuova cultura di Roma nascente. Ma, in questo piccolo paradiso, una pes- tilenza gravissima generò morte e desolazione. La Sibilla Cumana sentenziò che la salvezza era legata alle Ninfe delle Acque. La Ninfa Iale, nata nell’isola, riuscì a carpire agli Dei il Nitro e lo Zolfo, che rimescolò con le Acque termali, realmente fonte di salvezza delle antiche popolazioni isolane. Grande fu la collera degli Dei, che tramutarono Iale nella sorgente di Nitrodi, quella che scorre tra il Monte e il Mare e dove le Ninfe di Apollo custodiscono l’antico segreto della Bellezza e della Salute delle lacrime d’Amore di Iale.

Il Mito di un nuovo Benessere
La possibilità di coniugare l’acqua e le erbe, la salute e la bellezza trova negli spazi verdi idroaromaterapici della fonte Nitrodi la nuova frontiera del Benessere Spaeh ( Salus per Aquam et per Herbas) . È il completamento delle cure termali che l’isola d’Ischia offre all’uomo da oltre 2000 anni Così gli aromi del Timo, del Rosmarino, della Salvia, dell’Alloro, del Mirto o della Ginestra si legano ai vapori delle acque termali, della brezza marina e dal fresco zefiro di eterei aromi che prevengono dalle colline dell’Epomeo. È il patto d’amore tra l’uomo e la Natura tra il microcosmo e il macrocosmo che solo Ischia mediterranea satura di verde eleganza può celebrare.

La sorgente di Nitrodi dedicata ad Apollo e alle sue Ninfe
Cara ai Romani è un’acqua dalle indubbie qualità idropiniche, un’acqua leggera e preziosa per le sue caratteristiche eud- ermiche. Inserita in un Parco Idroaroma- terapico permette di chiudere il ciclo del “Salus Per Aquam” offrendo agli aromi sprigionati dalle essenze mediterranee, particolarmente efficaci, il veicolo naturale per entrare nel corpo e nell’anima riequilibrando i cicli circadiani sempre più alterati con quella antica forza della Natura che le Ninfe e gli Dei regalano all’uomo. Le Erbe da respirare o da bere sono la vera nuova frontiera che purifica il corpo e la mente, che conferisce quell’alito divino che il mistero della vita rinnova ogni giorno.

di Giuseppe Sollino